Gamme normali di vitamina d e d2

Parte del segreto delle ossa forti è avere abbastanza vitamina D nel sangue. Ergocalciferolo o vitamina D-2 e colecalciferolo o vitamina D-3 sono due tipi di vitamina D essenziali per l’uomo, spiega l’Università di Maryland Medical Center. La vitamina D-2 è il tipo fatto dalle piante e la vitamina D-3 è il tipo prodotto dalla pelle dopo l’esposizione alla luce solare. La vitamina D aiuta anche a regolare il tuo sistema immunitario e aiuta a ridurre il rischio di cancro.

Intervallo normale

Determinare la quantità di vitamina D nel tuo corpo viene effettuata attraverso un test di sangue chiamato test di 25-idrossi della vitamina D, secondo l’istituto medico di medicina nazionale Medline Plus. Il test richiede un periodo di digiuno di quattro ore. La maggior parte dei medici considera la gamma normale per la vitamina D nel tuo corpo da essere compreso tra 30 ng / ml e 74 ng / ml. Tuttavia, in realtà è necessario tra 50 ng / ml e 80 ng / ml per una salute ottimale, spiega VitaminDCouncil.org.

Dose

Adeguati livelli di assunzione di vitamina D e D-2 variano in base all’età. La dose raccomandata per le persone al di sotto dei 50 anni è di circa 5 mcg al giorno, spiega MayoClinic.com. Adulti tra i 50 ei 70 anni necessitano di 10 mcg ogni giorno. Adulti più di 70 anni hanno bisogno di 15 mcg di vitamina D per rimanere in buona salute. Persone al di sotto dei 50 anni che vivono in ambienti con scarsa luce solare richiedono fino a 10 mcg ogni giorno.

Troppo piccolo

La carenza di vitamina D è stata collegata a rachitismo, o ossa deboli nei bambini, spiega l’Università di Maryland Medical Center. Avere livelli insufficienti di vitamina D aumenta il rischio di sviluppare malattie come il cancro, l’alta pressione sanguigna e l’obesità. La vitamina D insufficiente aumenta anche il rischio di sviluppare problemi con la produzione di ormoni paratiroidei. Altre condizioni legate ai bassi livelli di vitamina D includono il diabete, la sclerosi multipla, le malattie cardiache e il disturbo affettivo stagionale.

Effetti collaterali e possibili interazioni

Troppa vitamina D causa problemi di salute come ipercalcemia e calcoli renali, note Medline Plus. L’ipercalcemia si verifica quando i vostri intestini assorbono troppi calcio e talvolta causano depositi di calcio nel cuore e nei polmoni, che possono compromettere la loro funzione. Troppa vitamina D provoca anche stanchezza, sonnolenza e perdita di appetito. La vitamina D interagisce anche con farmaci come atorvastatina, calcipotriene e pillole d’acqua.

La vitamina D è disponibile nei prodotti lattiero-caseari che sono stati fortificati con esso, come il formaggio, il burro e la crema. Altre fonti alimentari per la vitamina D comprendono pesci grassi come il salmone, il tonno e lo sgombro nonché l’olio di fegato di merluzzo. Le uova contengono anche la vitamina D. L’esposizione al sole è anche un altro modo per ottenere la vitamina D. La pelle chiara ha bisogno di un’esposizione settimanale del sole di circa 45 minuti per ottenere la loro raccomandata vitamina D requisito. Le persone con pelle più scura hanno bisogno di tre ore di esposizione per ottenere la stessa quantità di vitamina D.

Fonti dietetiche e il sole