La fusione lombare, i piedi intorpiditi e l’esercizio fisico

La fusione lombare è un’operazione chirurgica in cui il chirurgo fonde due vertebre nella regione lombare – la schiena più bassa. Se hai un disallineamento spinale, tumori o debolezza che provoca dolore o disagio, il medico potrebbe raccomandare una fusione lombare per trattare il problema. Anche se si può verificare un aumento del dolore, intorpidimento o formicolio immediatamente dopo l’intervento chirurgico, questi sintomi probabilmente si allontano e l’esercizio fisico regolare accelererà il recupero.

Nella fusione di legname, il vostro chirurgo pone un innesto osseo tra due o più vertebre, che cresce fino a quando le due ossa sono collegate come una. L’intervento chirurgico potrebbe eliminare dolore, intorpidimento o formicolio causato da frizioni tra due vertebre. I medici di condizioni che trattano con la fusione del legname includono il mal di schiena dei problemi del disco, le fratture della spondilolisi, i tumori e la scoliosi.

Poiché la colonna vertebrale contiene un sacco di tessuto nervoso, il danno del nervo è un possibile effetto collaterale della fusione lombare. Dopo l’intervento chirurgico, alcuni pazienti potrebbero verificarsi intorpidimento e formicolio negli arti o nelle estremità a causa di danni al nervo. I sintomi potrebbero subentrare da soli a sei-dodici mesi, mentre il corpo si aggiusta alle nuove strutture formate nell’ambito della chirurgia. Se i sintomi non diminuiscono, parlare con il vostro chirurgo sulle possibili complicanze.

La fusione lombare è una chirurgia importante e ci vorrà tempo e lavori per recuperare. Nei primi giorni potresti provare dolore e debolezza. Esegui esercizi dolci e respirazione profonda per aiutare il processo di recupero, ma non fare nessuna piegatura, sollevamento o torsione. Focus sull’esercizio di muscoli addominali, anca e schiena con piccoli movimenti lievi. Ciò aiuterà ad attivare e rafforzare questi muscoli di sostegno e aumentare il flusso di sangue nella zona.

Durante le prime sei settimane dopo l’intervento chirurgico, esegui l’esercizio fisico a camminare, esercizi di stabilizzazione e stretti allungamenti. Ad esempio, il ponte – in cui si giace sulla schiena con le ginocchia piegate, i piedi piatti sul pavimento e alzare i fianchi e ritornare dal pavimento fino alle spalle – aiuta a stabilizzare i muscoli della schiena e dei muscoli. Dopo sei settimane, incorporare esercizi più vigorosi come il nuoto o utilizzando una macchina ellittica. Evita attività ad alto impatto e sport di contatto come corsa, calcio o aerobica a passi finché il tuo chirurgo dice che è OK.

Fusione lombare

Intorpidimento

Riabilitazione iniziale

Esercizio Progressivo