Qi gong vs tai chi

Lo storico di arti marziali Dave Coffman ama scherzare che la differenza principale tra Qi Gong e Tai Chi è “l’ortografia”. Mentre è vero che entrambe le arti hanno un’enfasi simile e probabilmente derivano da origini comuni, ci sono alcune differenze significative nel modo in cui vengono praticate.

Secondo lo storico Qi Gong Xu Xiangcai, la pratica di manipolazione di chi per scopi sanitari è iniziata già nell’800 aC. Al III secolo aC, questa pratica era stata formalizzata in una serie di esercizi riconoscibili come Qi Gong. Per millenni, la pratica è stata raffinata e cresciuta in diversi stili. A partire dagli anni ’70, quando la medicina orientale cominciò ad accettare, la pratica Qi Gong cominciò a diffondersi in tutto il mondo. Al contrario, Tai Chi è stato creato da Chang San-Feng nel XIV secolo dC. La sua storia ha seguito più da vicino quello di altre arti marziali cinesi con diverse famiglie che praticano la propria variazione fino a quando la popolarità in Occidente ha generato lo sviluppo di forme unificate e commerciali.

L’energia, o Qi, è al centro di Tai Chi e Qi Gong. In entrambi gli stili, il praticante utilizza la visualizzazione, il respiro e il movimento del corpo per guidare la circolazione di Qi mentre si muove attraverso e intorno al corpo. Tuttavia, Tai Chi ha una maggiore enfasi sugli aspetti marziali dell’allenamento. Ogni movimento di Tai Chi ha un’applicazione combattiva specifica e può quindi essere teoricamente utilizzato per l’autodifesa. Non tutti i moti di Qi Gong sono così, come la maggior parte esistono solo per lo scopo della meditazione, della salute e della guarigione.

La natura marziale di Tai Chi si mostra anche nella complessità dei movimenti. Una tipica postura di Qi Gong ha movimenti fisici relativamente semplici ma esatti. Un esempio tipico consiste nel sollevare le mani dai fianchi al torace, quindi restituirle. I movimenti di Tai Chi possono essere molto più complessi, somiglianti ai movimenti fioriti di alcuni stili di Kung Fu. L’istruttore Kerry Collette avverte che, anche se Tai Chi è prezioso, i moti più complessi possono distrarre l’attenzione di un praticante dagli aspetti di manipolazione dell’energia dell’arte.

La pratica di Tai Chi è spesso insegnata in forme – specifiche progressioni di posture con un inizio e una fine definite. In questo modo, Tai Chi assomiglia ad altre arti marziali tradizionali. La pratica Qi Gong è spesso meno proibita, ma dopo una serie di movimenti basati sulle esigenze del praticante o addirittura dei capricci dell’istruttore.

Storia

enfasi

Proposte

progressioni